Connect with us

Hi, what are you looking for?

Pallavolo

NBV Verona cala sul più bello: Trento vince al tie break

Una lotta fino all’ultimo, due primi set splendidi di Verona e poi la rimonta trentina. Verona-Trento è stata un’emozione, ma dolceamara.

1^ set: NBV in campo con Spirito-Jensen, Kaziyski-Jaeschke e Caneschi-Aguenier, contro una Trento che ritrova Giannelli al palleggio. Subito gran mani-out di Jensen per il primo punto veronese. Grande pipe di Kaziyski per il 6-5, in una partita subito appassionante, e poi l’ace di Jensen frutta l’8-7. Buon lavoro in contrattacco dei veronesi, che anche negli scambi più lunghi riesce a rispondere molto bene a muro. Trento rimane in scia, sempre temibile quando a toccare palla è Lucarelli (un muro e 7 punti). Primo tempo di Caneschi per il 17-16, ma Trento torna sotto negli scambi finali, col mani-out di Lucarelli sul 23-22. Verona però è superiore, sia al servizio che al muro (due ace e 4 block) e si prende il parziale.

2^ set: Al servizio Abdel-Aziz si fa sentire, Verona risponde con un grande attacco di Jensen sul 4-3. Ancora una volta il muro protagonista, Caneschi blocca il fuoriclasse olandese sul 9-7, ma Trento trova il sorpasso proprio con Nimir in battuta sull’11-12. È una lotta spettacolare su ogni pallone, l’Itas si costruisce un margine ma sul 20-22 arriva la diagonale di Kaziyski che riporta la NBV a portata di sorpasso. Ci pensa Jensen a chiudere uno scambio lunghissimo con il punto del 24-24, e poi a mettere il mani-out del sorpasso. Il muro di Caneschi chiude i conti, Verona va sul 2-0.

3^ set: Parte fortissimo l’Itas con uno 0-3 merito di Abdel-Aziz al servizio. Tocca a Verona, rispondere, con un grandissimo turno in battuta di Luca Spirito, che frutta il 6-6 grazie al grande lavoro in difesa e a muro, e poi il sorpasso firmato da Kaziyski. Una serie di errori però permettono a Trento di recuperare terreno, si combatte di nuovo punto a punto sul 12-13. Di nuovo l’Itas cerca di scappare, di nuovo Verona c’è, e con Jensen trova il 19-19. Sul lungo periodo Trento viene fuori, set point sul 21-24 rimandato solo di uno scambio.

4^ set: Il quarto parziale si apre con l’ace di Jaeschke, ma Trento è abile a sfruttare ogni spiraglio e si porta sul 4-6. Lucarelli martella in questo frangente, l’ace di Spirito porta il tabellone sull’11-13. I temibili attacchi trentini prendono gradualmente ritmo, Podrascanin sigla il 15-19, e recuperare diventa una missione impossibile, nonostante le prove di livello dei subentrati fra le fila gialloblù. Set point sul 20-24, Lucarelli mette a segno l’attacco decisivo.

5^ set: Comincia punto a punto l’ultimo set. Gli animi di scaldano quando un’invasione di Lisinac non viene identificata al video check, e arriva anche un cartellino rosso per Kaziyski. Trento riesce a guadagnare un piccolo vantaggio sul 3-6. La rimonta di Verona passa da Jaeschke e dal turno in battuta di Jensen per il 7-7. Mani-out di Nimir per l’8-11, a cui risponde Kaziyski. Non è finita, ma l’Itas prende il largo con il muro e poi con la schiacciata decisiva di Abdel-Aziz.

Federico Bonami: “Sono molto dispiaciuto, a caldo. Ci è mancata un po’ quella spinta finale per vincere la partita, potevamo chiuderla nel terzo set. Ora dobbiamo riuscire a gestire bene le nostre energie fisiche e psicologiche, servirà il sostegno di tutti, fra di noi, è fondamentale, fisicamente siamo in ottime mani e dobbiamo riuscire a mantenerci su”.

Radostin Stoytchev: “Il terzo set doveva essere decisivo, ma ci è mancata l’aggressività, e Nimir ha fatto la differenza. Ci hanno aggrediti, non permettendoci di chiudere tranquillamente. Anche nel quarto set, siamo partiti bene ma abbiamo subito una serie di break, il quinto set è stato combattuto, e sono convinto che la decisione arbitrale abbia influito, l’invasione di Lisinac c’era, e anche il cartellino di Matey, per una squadra come Trento questi episodi sono più che sufficienti. Abbiamo lavorato meglio rispetto a prima, con più giocatori, ancora c’è tanto da fare, e speriamo di restare tutti sani, solo lavorando si migliora.”

Altri post che possono interessarti