Connect with us

Hi, what are you looking for?

Pallacanestro

Drain by Ecodem Alpo, vittoria di carattere in casa del Sanga

Vittoria di carattere per Drain by Ecodem Alpo che espugna il parquet del Sanga Milano dopo due overtime (76-82). Partita infinita, tante emozioni e successo meritato delle veronesi trascinate dal trio Conte-Vespignani-Dell’Olio. 24 punti per l’ex Moncalieri, top scorer biancoblù; doppia doppia per la capitana (20 pt e 11 falli subiti) e per la vice-capitana (16 punti e 14 rimbalzi).

Si inizia con un’assenza per parte: De Marchi per Drain by Ecodem e Beretta per Il Ponte Casa d’Aste, e con le padrone di casa più reattive che schizzano avanti 11-6 dopo poco più di tre minuti di gioco. Vespignani e compagne scivolano anche a -7 dopo i liberi di Guarnieri (15-8) ma sono brave a reagire con Conte e Mosetti che sigla il -3 (19-16); il finale di tempo è però ancora delle milanesi che ripristinano il +7 con cui si chiude il tempo (23-16). Nella seconda frazione la squadra di Pinotti raggiunge il massimo vantaggio della serata (29-18) e comanda le operazioni con un margine che oscilla sempre tra gli 8 e i 10 punti. Coach Soave prova pure la zona 1-3-1, ma è l’attacco che non funziona (1/12 da tre a metà partita): nell’ultimo minuto Novati riporta il Sanga sulla doppia cifra di vantaggio (37-27) e il canestro di Dell’Olio manda tutti negli spogliatoi (37-29).

La ripresa si apre con il break ospite: le biancoblù si scuotono e, grazie alla solidità di Coser e alla presenza di Vitari, infilano un parziale, a cavallo dell’intervallo lungo, di 2-17 che permette loro di mettere il naso avanti (39-44). Dzinic lo apre con 4 punti consecutivi e Conte lo chiude con un tiro in sospensione. Dall’altra parte le arancio mettono a segno 2 punti in 8 minuti, però negli ultimi due minuti del quarto sono loro ad infilare un break di 8-0 che vale il contro-sorpasso, agevolato anche dai falli tecnici fischiati alla panchina veronese e a Laura Reani (47-44 a fine terzo periodo). La quarta frazione inizia con il cesto di Toffali che allunga il parziale interno a 10-0 (49-44), Mosetti riporta sotto l’Alpo (49-46) e dà il via ad un lungo testa a testa davvero appassionante (54-53 a metà tempo). A due minuti e mezzo dalla sirena finale è parità (57-57), ma da qui alla fine si assisterà ad un solo canestro per parte (Mandelli e Conte), Novati fallisce una tripla allo scadere e il verdetto è rimandato al supplementare (59-59).

Nel primo extra-time Drain by Ecodem mette il naso avanti con Conte (61-62) ma Toffali infila due triple consecutive (67-62). Nell’ultimo minuto Reani ruba palla e sigla il 67-64, il Sanga lascia correre il cronometro e la solita Toffali subisce fallo a 15 secondi dal gong: 1/2 dalla linea (68-64), una Cicic poco lucida commette fallo su Dell’Olio che fa 2/2 a 0’:13″ dalla fine (68-66). Alpo, molto concentrata e con una perfetta difesa sulla rimessa, recupera palla con Reani, coast to coast di Conte che pareggia all’ultimo secondo (68-68) ed è ancora overtime. Nel secondo prolungamento Il Ponte Casa d’Aste si porta avanti con la tripla di Cicic (73-70), questa volta però la risposta delle ragazze della Drain by Ecodem è terrificante: break di 0-10 nel cuore di questo supplementare chiuso dal canestro di Dell’Olio ad un minuto dalla fine e dal contropiede di Vespignani a 0′:50″ (73-80). La sfida in pratica termina qui, c’è solo il tempo di assistere al libero di Toffali (74-80) e ai canestri da due di Meroni (76-80) e Conte (76-82): l’Alpo Basket può così festeggiare il suo terzo successo consecutivo.

Altri post che possono interessarti